Marzo 

di Arturo Onofri

Marzo, che mette nuvole a soqquadro
e le ammontagna in alpi di broccati,
per poi disfarle in mammole sui prati,
accende all'improvviso, come un ladro,
un'occhiata di sole,
che abbaglia acque e viole.
Con in bocca un fil d'erba primaticcio,
Marzo è un fanciullo in ozio, a cavalcioni
sul vento che sepàra due stagioni;
e, zufolando, fa, per suo capriccio,
con strafottenti audacie,
il tempo che gli piace.
Stanotte, fra i suoi riccioli, spioventi
sul mio sonno a rovesci e a trilli alati,
il flauto di silenzio dei suoi fiati
vegetali svegliava azzurri e argenti
nel mio sognarlo, e fuori
ne son sbocciati i fiori.

 

MARZO

L'ANGOLO DELLA POESIA...e non solo...

AFORISMI

  • La scuola è il nostro passaporto per il futuro, poichè il domani appartiene a coloro che si preparano ad affrontarlo. (Malcom X)

 

  • L'obiettivo principale della scuola è quello di creare uomini che sono capaci di far cose nuove e non semplicemente ripetere quello che altre generazioni hanno fatto ( Jean Piaget)